MANAGE
CERCA
Altro in Comunicati
I Giuristi democratici condannano la repressione delle manifestazioni democratiche di massa in Libia e chiedono che cessi ogni assistenza e cooperazione militare italiana al regime di Gheddafi
Dalle recenti vicende relative al Presidente del Consiglio deriva un pericoloso deterioramento del nostro Stato di diritto
Tunisia: è necessario sostenere il processo democratico
I Giuristi Democratici aderiscono all'appello "Uniti ce la possiamo fare", lanciato dalla Fiom CGIL in vista dello sciopero generale proclamato per il 28 gennaio.
I Giuristi Democratici esprimono rispetto e solidarietà con gli operai FIAT di Mirafiori
Sull'ammissibilità del referendum per l'acqua pubblica: è necessario assicurare il diritto dei cittadini ad esprimersi sulla gestione dell'acqua
Manifestazioni degli studenti: garantire la libera espressione del pensiero contro la deriva autoritaria del governo
I Giuristi Democratici ricordano con affetto Aldo Natoli
No alla consegna a Madrid dei tre giovani baschi reclusi in Italia
L'Associazione Nazionale Giuristi Democratici aderisce alla manifestazione nazionale della FIOM CGIL
Ingiustificato l'attacco dell'UCPI allo sciopero indetto dall'ANM per il 1 luglio
Scuola Diaz di Genova: soddisfazione per l'esito della sentenza della Corte d'Appello di Genova
Per la giustizia e per i diritti di chi ci lavora - manifestazione
Il decreto legge elettorale: una ferita alla Costituzione
Sui fatti di Rosarno: contro ogni violenza, ma è indispensabile ripensare la questione immigrazione
 20 pagine  (291 risultati)
Una Consigliera Nazionale di Parità indipendente
Redazione 11 novembre 2008 16:18
Comunicato 10.11.2008 contro la revoca della Prof. Fausta Guarriello.

L’ASSOCAZIONE NAZIONALE GIURISTI DEMOCRATICI


PRESO ATTO

del decreto con cui in data 4/11/2008 il Ministro del Lavoro, della salute e delle Politiche Sociali ha decretato la revoca della nomina della Professoressa Fausta Guarriello dalla carica di Consigliera Nazionale di Parità;

RILEVATO

che la Consigliera di Parità opera con funzioni di prevenzione e controllo delle discriminazioni per ragioni di genere e svolge la sua attività con caratteristiche di indipendenza, del tutto svincolata dalle forze politiche e dunque con caratteristiche di assoluta terzietà che ne fanno una sorta di authority indipendente contro la discriminazione;

CONSIDERATO

che la motivazione con cui la Prof. Guarriello è stata revocata dalla sua carica è fondata su una “mancanza di sintonia con gli indirizzi politici del Governo” quasi che la ricordata indipendenza di quella carica sia limitata dal rispetto della linea politica del Governo in carica;

RILEVATO

che tutto ciò è in netto contrasto con le raccomandazioni del Comitato per l’applicazione della CEDAW, che già nel 2005 era “preoccupato della erosione significativa dei poteri e delle funzioni della Commissione Nazionale per la Parità e per le Pari Opportunità” (Racc. 21/2005 al Governo italiano), e dunque costituisce un ostacolo all'avanzamento nella tutela e promozione dell'autodeterminazione delle donne e rappresenta altresì una chiara applicazione del principio dello spoil-system, inaccettabile, in particolare, se applicato ad un organo di garanzia come quello della Consigliera Nazionale di Parità

ESPRIME

la sua forte preoccupazione per il destino di una così importante figura di garanzia, destinata, secondo il volere del Governo, a rientrare tra quelle posizioni di potere basate sul rapporto di fiducia con il Governo stesso.

ESPRIME PERTANTO

la piena solidarietà alla Prof. Fausta Guarriello, dichiarando la propria disponibilità a sostenerla nella sua battaglia per la difesa dell’indipendenza e dell’autonomia della figura della Consigliera Nazionale di Parità.

Torino, 10 novembre 2008
Associazione Nazionale Giuristi Democratici