MANAGE
CERCA
Altro in Comunicati
Due Sì ai referendum per l'acqua bene comune
I Giuristi democratici esprimono dolore per l'assassinio di Vittorio Arrigoni
L'Associazione Giuristi Democratici esprime soddisfazione per l'esito del processo ThyssenKrupp
I Giuristi democratici aderiscono alla manifestazione nazionale di sabato 26 marzo a Roma
I Giuristi democratici condannano la repressione delle manifestazioni democratiche di massa in Libia e chiedono che cessi ogni assistenza e cooperazione militare italiana al regime di Gheddafi
Dalle recenti vicende relative al Presidente del Consiglio deriva un pericoloso deterioramento del nostro Stato di diritto
Tunisia: è necessario sostenere il processo democratico
I Giuristi Democratici aderiscono all'appello "Uniti ce la possiamo fare", lanciato dalla Fiom CGIL in vista dello sciopero generale proclamato per il 28 gennaio.
I Giuristi Democratici esprimono rispetto e solidarietà con gli operai FIAT di Mirafiori
Sull'ammissibilità del referendum per l'acqua pubblica: è necessario assicurare il diritto dei cittadini ad esprimersi sulla gestione dell'acqua
Manifestazioni degli studenti: garantire la libera espressione del pensiero contro la deriva autoritaria del governo
I Giuristi Democratici ricordano con affetto Aldo Natoli
No alla consegna a Madrid dei tre giovani baschi reclusi in Italia
L'Associazione Nazionale Giuristi Democratici aderisce alla manifestazione nazionale della FIOM CGIL
Ingiustificato l'attacco dell'UCPI allo sciopero indetto dall'ANM per il 1 luglio
 15 pagine  (220 risultati)
Fermare la persecuzione degli attivisti per i diritti umani in Turchia
Redazione 15 novembre 2016 23:46

L'Associazione Nazionale dei Giuristi democratici eleva nuovamente la propria vibrata protesta per la sempre maggiore persecuzione degli attivisti per i diritti umani in Turchia ed in particolare degli avvocati democratici.
Dopo la sospensione per tre mesi del l'attività delle associazioni di ÇHD e ÖHD e l'apposizione dei sigilli alle loro sedi è seguito ieri mattina alle 5 l'arresto nella propria abitazione  del collega Levent Pi?kin, membro dell'esecutivo della sezione Öhd di Istanbul ed attivista Lgbtqia ed oggi il fermo ed il pestaggio, a Izmir, di 17 avvocati che protestavano contro la chiusura delle sedi delle associazioni democratiche degli avvocati OHD e CHD. Fra di essi la Copresidente dell'OHD (avvocati per la libertà), Fatma Demirer. L'Associazione Nazionale dei Giuristi democratici chiede al governo turco il rispetto della libertà di associazione, l'immediata liberazione di tutti gli avvocati arrestati e l'abolizione delle misure repressive contro le loro associazioni e gli studi legali impegnati nella difesa dei diritti umani.

Torino, Roma, Bologna, Padova, Napoli, 15 novembre 2016.

Associazione Nazionale Giuristi Democratici