MANAGE
CERCA
Altro in Comunicati
La Giustizia non è una merce. Il cittadino non ne è l'acquirente
I Giuristi Democratici esprimono preoccupazione per il rischio di compressione dei diritti costituzionali dopo i fatti occorsi a Roma il 15 ottobre
Verso il 15 ottobre: comunicato congiunto Giuristi Democratici e Legal Team Italia
CEDAW, pubblicate le raccomandazioni dell'ONU: in Italia donne rappresentate come oggetti sessuali
Tornare alla gratuità delle cause di lavoro
Decreto legge 98/2011 ovvero la fine della gratuità del processo del lavoro
Sovraffollamento delle carceri: che fare?
I Giuristi Democratici esprimono solidarietà alla protesta condotta da Marco Pannella contro le incivili condizioni di vita in carcere
I Giuristi Democratici salutano con soddisfazione la celebrazione dei processi Eternit e Thyssen Krupp
I Giuristi Democratici sostengono il dissenso non violento dei cittadini e delle amministrazioni locali contro la TAV in Val di Susa
Due Sì ai referendum per l'acqua bene comune
I Giuristi democratici esprimono dolore per l'assassinio di Vittorio Arrigoni
L'Associazione Giuristi Democratici esprime soddisfazione per l'esito del processo ThyssenKrupp
I Giuristi democratici aderiscono alla manifestazione nazionale di sabato 26 marzo a Roma
I Giuristi democratici condannano la repressione delle manifestazioni democratiche di massa in Libia e chiedono che cessi ogni assistenza e cooperazione militare italiana al regime di Gheddafi
 16 pagine  (230 risultati)
La vittoria del No è una vittoria della Democrazia
Redazione 5 dicembre 2016 22:31
Comunicato stampa dopo la vittoria del No al referendum sulla Costituzione Italiana
I Giuristi Democratici hanno espresso da subito il proprio NO a una modifica-revisione della Costituzione che apriva la strada a possibili derive autoritarie.
Prima ancora, i Giuristi Democratici hanno espresso un proprio NO a una riforma della Costituzione figlia di una transitoria maggioranza parlamentare e non di un consenso ampio fra le forze politiche e sociali del Paese.
Crediamo di avere, per quanto potevamo, contribuito a diffondere una cultura su cosa sia e quanto sia importante una Costituzione e perchè fosse importante partecipare al voto, dando una chiara indicazione.
La vittoria del NO è anche una nostra vittoria, ma non ci nascondiamo che questa non è una vittoria definitiva. Sappiamo bene che tra chi ha votato NO vi sono forze politiche che domani proporranno modifiche-revisioni della Costituzione ancora peggiori e, come hanno già fatto in passato, a colpi di maggioranza, che solo il voto popolare ha sconfitto.
I Giuristi Democratici continueranno a svolgere il proprio compito di difensori della Costituzione, consci che anche la Costituzione può e potrà essere modificata, ma solo nel rispetto, non solo formale, delle regole e solo per ampliare, e non per ridurre, i diriitti dei cittadini.
 
Torino, Padova, Bologna, Roma, Napoli, 05 dicembre 2016
Associazione Nazionale Giuristi Democratici