MANAGE
CERCA
Via la divisa - manifestazione
Redazione 5 febbraio 2014 1:50
L'Associazione dei Giuristi Democratici aderisce e chiede a tutti di partecipare alla manifestazione che si terrà a Ferrara il 15 febbraio 2014 indetta dall'Associazione "Federico Aldrovandi"

Via la Divisa è una manifestazione che non avremmo voluto fare. Semplicemente perché in un paese civile quattro persone condannate per omicidio e per i quali i giudici hanno speso - in tre sentenze - parole durissime non dovrebbero più lavorare in polizia. Purtroppo non viviamo in un paese normale. Ed è per questo che il 15 febbraio saremo ancora una volta in piazza. Ancora una volta a chiedere che questi quattro vengano destituiti. Ancora una volta a chiedere che gli appartenenti delle forze dell'ordine abbiano dei codici identificativi, Ancora una volta a chiedere l'introduzione del reato di tortura e la democratizzazione delle Forze dell'Ordine.
Per questo convochiamo tutti per una manifestazione nazionale a Ferrara il 15 febbraio, con partenza dall'ippodromo, dove tutto ebbe inizio, fino in Prefettura, dove risiede il delegato locale di quel Governo che vorremmo prendesse e mantenesse un impegno.

Via la divisa
Manifestazione Nazionale
Ferrara, 15 febbraio 2014


"Fin da bambino e da adolescente la violenza fisica mi ha sempre turbato; addirittura con una scena forte ma di finzione nei film alla tv, capitava che cambiassi canale. Provavo un senso di fastidio sapendo che erano cose che potevano succedere davvero. Non riuscivo a concepire il perché una persona arrivasse ad usare le sue mani, i suoi piedi, la sua ferocia per fare del male a un'altro essere vivente. Mi dicevo: "che senso ha?" Oggi io penso che chi usa la forza in maniera consapevole e provocando dolore senza pentirsene è una persona deviata e non si merita comprensione da nessuno. Mio fratello è morto a pugni, calci e manganellate per mano di 4 violenti in divisa non pentiti. Tali responsabili riprendono il loro lavoro dopo una condanna di omicidio. La domanda è sempre la stessa: che senso ha?"

Questo scriveva Stefano Aldrovandi qualche giorno fa.

Con questo spirito torniamo in piazza.- per chiedere la destituzione dei 4 poliziotti condannati (per omicidio colposo) per la morte di Federico Aldrovandi;
- per chiedere la democratizzazione delle forze dell'ordine;
- per chiedere l'introduzione del numero identificativo - per gli appartenenti delle forze dell'ordne;
- per chiedere l'introduzione del reato di tortura.

CORTEO
Ferrara, 15 febbraio 2014
ore 14 - concentramento via ippodromo
ore 15 - partenza
Percorso: via ippodromo-via bologna-via kennedy-piazza travaglio-porta reno-corso martiri-largo castello-ercole d'este-prefettura
Promuove l'Associazione "Federico Aldrovandi"