MANAGE
CERCA
Altro in Internazionali
I Giuristi Democratici al fianco del popolo boliviano e del suo presidente Evo Morales Ayma
Lettera di saluto al Congresso dei giuristi democratici filippini
La condanna dei dirigenti politici catalani, una pagina buia per lo stato di diritto in Europa
Si fermi subito l'aggressione turca alla Siria, intervenga l'Onu e l'Italia sostenga il governo regionale della Rojava
I Giuristi Democratici al fianco del popolo ecuadoriano
Contro la violazione dei diritti umani in Egitto e la repressione di chi li difende
I Giuristi Democratici italiani ricordano l'illustre giurista bulgaro Yossif Geron
Contributo dei Giuristi Democratici alla 41.a sessione del Consiglio dei Diritti Umani dell'Onu (Ginevra, 4.7.'19, “Migration policy in Italy: human rights in the abyss”)
No al rafforzamento del blocco Usa a Cuba
Padova, 5 giugno 2019, ore 12,30 e 16,30: In ricordo di Berta Caceres - Per la difesa della terra e dei popoli
Roma, 7 giugno 2019, ore 16,30: "LA NUOVA COSTITUZIONE CUBANA"
Relazione della delegazione degli osservatori internazionali al processo contro avvocate ed avvocati Turchi dell'associazione CHD e sintesi del'incontro con gli Accademici per la pace
Conferenza stampa venerdì 5 aprile, ore 12, Roma: “IL PROCESSO ALLO STATO DI DIRITTO” - Turchia, le cifre drammatiche della repressione contro gli avvocati
I Giuristi Democratici per la liberazione dell'avvocata iraniana Nasrin Sotoudeh
Leyla Güven è finalmente libera!
 7 pagine  (92 risultati)
Iraq: delitti senza castigo? - Fabio Marcelli
Redazione 5 febbraio 2004 13:11
Il problema della repressione dei crimini contro la pace, di guerra e contro l'umanità, è stato affrontato dalla comunità internazionale a partire dai processi di Norimberga e Tokyo contro le potenze dell'Asse.
Esso si ripresenta, nell'attuale situazione, con caratteri ancora più acuti, data l'esistenza di armi di sterminio sempre più potenti e di strategie, apertamente elaborate da parte delle principali potenze, in particolare gli Stati Uniti, che puntano a porre sotto controllo le fonti energetiche e le aree strategiche dell'intero pianeta.

La risposta dei giuristi alla violazione del diritto internazionale deve accordarsi con l'ampio movimento di massa che si è opposto alla guerra in tutto il globo.
Numerose sono le iniziative che vengono promosse a tale riguardo. L'articolo di Fabio Marcelli si sofferma sugli appelli promossi e firmati da centinaia di giuristi, in particolare di diritto internazionale, sulle azioni giudiziarie intraprese in vari Paesi e sui tribunali di opinione che si terranno nei prossimi mesi in varie località. La sessione finale si terrà nel marzo 2005 ad Istanbul.
Anche in Italia si sta dando vita a una struttura di questo genere, che punta a realizzare una sessione del Tribunale entro la fine del 2004.



Nell'allegato l'articolo, che è in corso di pubblicazione anche su Diritti dell'uomo, cronache e battaglie.

IRAQ: DELITTI SENZA CASTIGO? I LIMITI DELLA GIUSTIZIA INTERNAZIONALE E IL RUOLO DELL'OPINIONE PUBBLICA MONDIALE
di Fabio Marcelli

1. Premessa

2. Il terrorismo degli Stati

3. Crimini e criminali nel caso iracheno

4. Iniziative giudiziarie e ruolo dei tribunali di opinione