MANAGE
CERCA
Altro in Internazionali
L'Unione europea revochi le sanzioni inflitte al Venezuela
Lun. 29.6.'20, ore 18: L'uso repressivo del Covid nei Paesi di Medioriente e Nordafrica - Webinar
Simonetta Crisci, 30 anni e più di solidarietà alla causa curda
Giornata internazionale del rifugiato: i G.D. con i giuristi democratici europei della ELDH e l'associazione degli avvocati democratici europei AED
I G.D., insieme alle altre associazioni della rete "In difesa di" e della Rete della Pace, tornano a chiedere l'intervento delle Autorità italiane a tutela della salute di Patrick Zaky
I G.D. a sostegno dell'indipendenza e del libero esercizio della professione degli avvocati colombiani, oggetto di operazioni di spionaggio
Filippine, le nuove norme "antiterrorismo" nascondono un'ulteriore stretta repressiva del regime di Duterte
Lettera aperta del Presidente dei Giuristi Democratici alle massime autorità dello Stato per perorare la liberazione degli avvocati turchi arrestati in occasione dei funerali di Ibrahim Gökçek
I Giuristi Democratici si uniscono alla protesta internazionale per le brutali violenze della polizia turca e gli arresti degli avvocati di Ibrahim Gökçek in occasione del suo funerale
Report della videoconferenza stampa su "Detenzione e diritti all'epoca del Covid-19 in Turchia e in Italia"
Lun. 6.4, ore 12, videoconferenza stampa: Detenzione e diritti all'epoca del COVID-19 in Italia e in Turchia
I Giuristi Democratici internazionali contro i tentativi di destabilizzazione Usa in America Latina
Intervento dei G.D. alla Commissione dei diritti umani dell'Europarlamento sui rapporti tra Governo turco e popolo curdo
Manifestazione nazionale di sostegno al popolo curdo: l'intervento dei Giuristi Democratici
Giornata dell'avvocato minacciato: i Giuristi Democratici ricevuti dall'Ambasciata del Pakistan in Italia
 7 pagine  (105 risultati)
Lun. 29.6.'20, ore 18: L'uso repressivo del Covid nei Paesi di Medioriente e Nordafrica - Webinar
Redazione 25 giugno 2020 15:17

Lunedì 29 giugno 2020, ore 18, webinar: L'uso repressivo del Covid nei Paesi di Medioriente e Nordafrica

 

Per partecipare, registrarsi al seguente link: https://forms.gle/xF8vaVUjhr1qzN7m7


Come membri della rete In Difesa Di, all'inizio dell'anno abbiamo pubblicato un dossier sulla situazione dei difensori/e dei diritti umani nell'area MENA (Medioriente e NordAfrica), disponibile a questo link: www.flipsnack.com/InDifesaDi/difensori-e-difensore-dei-diritti-umani-in-medio-oriente-e-n.html.

Libertà di associazione, diritto di sciopero, libertà di informazione ed espressione, libertà di assemblea e manifestazione, diritto alla difesa legale, diritti delle donne, diritti civili, delle minoranze etniche o religiose, libertà di orientamento sessuale: con maggiore o minore intensità nei vari paesi di quest'area del mondo tali diritti e libertà sono sotto attacco.

Chi le difende rischia multe, il carcere o la morte, spesso in assenza di regolari processi.

L'insorgere della pandemia da coronavirus da febbraio ha provocato diffusamente restrizioni della libertà di movimento per ragioni sanitarie. Tali circostanze hanno costituito l'occasione in alcuni Paesi per un'ulteriore compressione dei diritti umani e l'accentuazione di misure repressive; per un'escalation di violenze; per la mancata tutela del diritto alla vita ed alla salute delle persone detenute e di quelle più vulnerabili.

In questo quadro, nel webinar vogliamo analizzare, a partire da testimonianze dirette, la situazione di alcuni paesi (Turchia, Egitto, Palestina/Israele, Nord-Est Siria) dove è particolarmente evidente l'uso della pandemia da parte dei regimi a fini repressivi/autoritari. Nel webinar valuteremo le risposte nei diversi paesi e quali iniziative di appoggio e solidarietà si possono mettere in campo.

Interverranno:

Ceren Uysal, Progressive Lawyers Association, Turchia

Leslie Piquemal, Cairo Institute for Human Rights Studies, Egitto

Paolo Pezzati, Oxfam Italia, che presenterà il rapporto su Violenza e repressione in Cisgiordania al tempo del Covid

Sara Montinaro, Heyva Sor Kurd: La pandemia come arma di guerra, Nord Est Siria