MANAGE
CERCA
Rispetto dell'indipendenza della magistratura, si fermi ogni invasione politica, ma le nomine siano trasparenti
Redazione 17 giugno 2019 17:19
Una nota dei Giuristi Democratici di Firenze
Regionalismo differenziato: un disegno reazionario e incostituzionale
Redazione 20 maggio 2019 15:52
Nell'assenza —perseguita scientemente dai promotori— di un dibattito pubblico, ma anche solo di un'informazione pur sommaria al riguardo, reputiamo indispensabile denunciare questa pericolosa proposta. Spezzare l'unità sul tema fiscale, su tutte le norme che riguardano l'istruzione (nonostante gli accordi raggiunti fra sindacati e Governo di cui non si può che dubitare, per il parallelo e incompatibile accordo con le Regioni) e sugli altri diritti sociali, per tacere delle altre materie che sarebbero trasferite, vuol dire dissestare buona parte dell'impianto costituzionale; per di più, tramite una legge ordinaria.
Appello per un comitato in difesa dell'unità nazionale
Redazione 18 febbraio 2019 20:35
Riproponiamo, facendolo nostro, l'appello sostenuto anche come Coordinamento per la Democrazia Costituzionale contro il c.d. federalismo differenziale, invitando tutte e tutti a sottoscriverlo personalmente
No al Decreto-legge Salvini, Sì alla Costituzione - Roma, 11.12.'18, ore 17,20
Redazione 10 dicembre 2018 16:46
Organizza il Coordinamento per la Democrazia Costituzionale, il convegno si terrà presso la Sala Bianca, sita in Via Flaminia, 53. Nella locandina allegata il programma
Legge elettorale e Costituzione - Convegno
Redazione 8 febbraio 2018 21:26
Riflessioni sulle Leggi Porcellum-Italicum-Rosatellum È possibile approvare una legge elettorale conforme a Costituzione? Ne parliamo a Torino il 19 febbraio alle 12,30
4 dicembre: le parole chiave di una vittoria
Redazione 3 dicembre 2017 20:47
In occasione del primo anniversario della vittoria del NO al referendum oppositivo sulla controrevisione costituzionale voluta dal Governo Renzi, pubblichiamo un intervento di Antonio Pileggi, tesoriere del Coordinamento Democrazia Costituzionale.
Referendum e legge elettorale
Redazione 3 gennaio 2017 8:27
La recente conclusione della lunga e durissima battaglia referendaria merita, da parte della nostra Associazione, un momento di riflessione ulteriore.
La vittoria del No è una vittoria della Democrazia
Redazione 5 dicembre 2016 22:31
Comunicato stampa dopo la vittoria del No al referendum sulla Costituzione Italiana
Adesioni all'appello per il NO
Redazione 1 dicembre 2016 14:50
Il 24 novembre 2016 i Giuristi Democratici hanno lanciato un appello a votare NO nel referendum sulle modifiche della Costituzione Italiana. Ci sono giunte richieste di sottoscrivere personalmente quell'appello. E' possibile farlo scrivendo la propria adesione a info@giuristidemocratici.it
Ssss! la Carta dice “NO”
Redazione 30 novembre 2016 17:54
Ssss! la Carta dice “NO”. Giovanni Incorvati sull’illegittima revisione della “forma repubblicana” del Senato, oggetto nascosto del referendum costituzionale. Abstract - Questo lavoro si propone di mostrare l’importanza che rivestono l’art. 139 della Costituzione (“La forma repubblicana non può essere oggetto di revisione costituzionale”) e i principi fondamentali che esso richiama, rispetto al voto sul referendum costituzionale del prossimo 4 dicembre. È proprio questo art. 139, insieme con l’art. 54 su cui esso si riverbera, che viene violato dal disegno di legge Renzi-Boschi, mentre i cittadini che sono chiamati a pronunciarsi vengono istigati a diventarne complici, attraverso un atto di alienazione della libertà e dei propri diritti contrario alla “forma repubblicana”, difesa dagli articoli citati. Il senso dell’espressione “forma repubblicana” è stato chiarito in modo definitivo dalla Corte Costituzionale nel 1988 e trova il suo fondamento nei lavori dell’Assemblea costituente. L’espressione definisce l’unità inscindibile che esiste tra i principi presenti nella prima parte della Carta e le istituzioni della seconda parte, che ne traggono la loro forma. La revisione Renzi-Boschi investe in pieno, in modi distruttivi, il principio di eguaglianza che presiede tanto all’esercizio dei diritti politici quanto ai suoi riflessi sulle istituzioni. La loro forma da repubblicana diventa oligarchica. Inoltre, attraverso il controllo asimmetrico esercitato sulla nomina dei giudici costituzionali, questo stravolgimento della forma tende a diventare irreversibile.
Luigi Ferrajoli sulla modifica della Costituzione
Redazione 28 novembre 2016 15:12
Il prof. Luigi Ferrajoli ha tenuto il 26 novembre 2016 quella che si può definire una vera e proprio lezione sulla nuova Costituzione voluta dal governo. La "lezione" dura 41 minuti e i Giuristi Democratici intendono contribuire alla sua diffusione.
Appello dei Giuristi Democratci per il NO al referendum costituzionale
Redazione 24 novembre 2016 16:45
All'appello hanno chiesto di aderire magistrati, avvocati e giuristi. L'elenco dei primi sottoscrittori si può leggere nel post Adesione all'appello per il NO
Conversazioni sulle modifiche costituzionali
Redazione 24 novembre 2016 16:2
Analisi del DDL costituzionale e confronto con l'avvocatura e la cittadinanza. Registrazione del convegno del 14 novembre 2016 Firenze, piazza della Libertà, Sala dei Marmi del Parterre
Zorch: cortometraggio di fantapolitica sugli effetti della riforma della Costituzione
Redazione 24 novembre 2016 15:42
L'Associazione Nazionale Giuristi Democratici ha prodotto un cortometraggio di fantapolitica sulle possibili conseguenze dell'approvazione della controriforma costituzionale a sostegno delle ragioni del NO al referendum oppositivo del 4 dicembre prossimo.
  • 1
  • 2
  • 3
    •  3 pagine  (43 risultati)