MANAGE
CERCA
Altro in Comunicati
I Giuristi democratici aderiscono alla manifestazione nazionale di sabato 26 marzo a Roma
I Giuristi democratici condannano la repressione delle manifestazioni democratiche di massa in Libia e chiedono che cessi ogni assistenza e cooperazione militare italiana al regime di Gheddafi
Dalle recenti vicende relative al Presidente del Consiglio deriva un pericoloso deterioramento del nostro Stato di diritto
Tunisia: è necessario sostenere il processo democratico
I Giuristi Democratici aderiscono all'appello "Uniti ce la possiamo fare", lanciato dalla Fiom CGIL in vista dello sciopero generale proclamato per il 28 gennaio.
I Giuristi Democratici esprimono rispetto e solidarietà con gli operai FIAT di Mirafiori
Sull'ammissibilità del referendum per l'acqua pubblica: è necessario assicurare il diritto dei cittadini ad esprimersi sulla gestione dell'acqua
Manifestazioni degli studenti: garantire la libera espressione del pensiero contro la deriva autoritaria del governo
I Giuristi Democratici ricordano con affetto Aldo Natoli
No alla consegna a Madrid dei tre giovani baschi reclusi in Italia
L'Associazione Nazionale Giuristi Democratici aderisce alla manifestazione nazionale della FIOM CGIL
Ingiustificato l'attacco dell'UCPI allo sciopero indetto dall'ANM per il 1 luglio
Scuola Diaz di Genova: soddisfazione per l'esito della sentenza della Corte d'Appello di Genova
Per la giustizia e per i diritti di chi ci lavora - manifestazione
Il decreto legge elettorale: una ferita alla Costituzione
 23 pagine  (337 risultati)
Comunicato: manifestazione di Roma su giustizia e informazione
Redazione 9 marzo 2005 17:43

La prossima manifestazione indetta a Roma per il 14 Settembre 2002 sui temi della giustizia e dell'informazione assume un'importanza notevole nel presente momento politico, tale da non consentire particolari distinguo: fondamentale, infatti, appare essere la partecipazione ad uno (non certo l'unico) dei momenti di rigida opposizione all'attuale governo ed alle sue direttive antidemocratiche.

Riteniamo che le associazioni, i gruppi spontanei, gli spezzoni della c.d. società civile possano e debbano partecipare alla difesa della democrazia, ognuno nel suo specifico, contribuendo, se possibile, all'elaborazione di un programma comune nei singoli settori di intervento.

Nello specifico, riteniamo che il Coordinamento Giuristi Democratici possa e debba partecipare alla manifestazione con un duplice intento: da un lato, tentare di mantenere i contenuti della manifestazione in un ambito di vero garantismo, senza alcuna illusione che i problemi della democrazia si possano risolvere solo attraverso il ricorso alla via giudiziaria; dall'altro, portare all'interno della manifestazione stessa, la nostra posizione anche sugli altri temi per noi essenziali in un quadro di difesa della democrazia ed assenti nei temi su cui è convocata la manifestazione: immigrazione, lavoro e, infine, rifiuto della guerra.

Conseguentemente, il Coordinamento Nazionale Giuristi Democratici parteciperà, con i propri contenuti, alla manifestazione del 14 Settembre, a Roma, nella speranza che essa possa rappresentare uno dei momenti per la costruzione di un'unità dal basso di tutti coloro che si riconoscono in una fiera difesa dei diritti dei cittadini, ed in particolare modo del diritto di uguaglianza, fondata sul rispetto della nostra Costituzione.

Il Coordinamento Nazionale Giuristi Democratici