MANAGE
CERCA
I Giuristi Democratici sostengono il dissenso non violento dei cittadini e delle amministrazioni locali contro la TAV in Val di Susa
Redazione 7 luglio 2011 12:36

Le drammatiche vicende legate agli scontri verificatisi il 3 luglio a Chiomonte, hanno fatto passare sotto silenzio la vera notizia: dopo 20 anni di opposizione alla realizzazione di un’opera dannosa, inutile e costosa i cittadini della Valle di Susa sono ancora in grado (e forse pi√Ļ di prima) di far sentire il loro dissenso.
Chi ha partecipato alla manifestazione ha potuto riscontrare come fossero presenti famiglie intere, anziani e giovani, esponenti di diverse appartenenze politiche e associative, tutti caratterizzati dalla volont√† di far contare, nella decisione finale circa la realizzazione dell’opera, il pensiero di chi quell’opera dovrebbe subire, espresso in maniera non violenta.
Sulla natura e sulle responsabilit√† degli scontri vi √® ancora una grande confusione: ci√≤ che √® certo √® che il Movimento NO TAV, che √® riuscito a coinvolgere nella sua lotta, molti settori della societ√† italiana, dovr√† riuscire a mantenere intatti quei caratteri di non violenza che l’hanno caratterizzato in questi anni: in questa lotta, i Giuristi Democratici saranno al suo fianco.
Torino, 7 luglio 2011

Associazione Nazionale Giuristi Democratici