MANAGE
CERCA
I Giuristi Democratici salutano con soddisfazione la celebrazione dei processi Eternit e Thyssen Krupp
Redazione 7 luglio 2011 12:44

Dopo la conclusione del processo Thyssen Krupp, siamo giunti alla requisitoria del P.M. anche nel processo Eternit, in cui sono stati contestati i reati di disastro interno (per i lavoratori) e esterno (per i cittadini) e omissione dolosa delle misure antinfortunistiche (per i soli lavoratori) ai due imputati Louis De Cartier e Stephan Schmidheiny ritenuti i datori di lavoro e i gestori di fatto di Eternit S.p.A..
Si tratta di un processo drammatico, perch√© l’uso dell’amianto ha prodotto oltre 3.000 vittime ed √® emersa la consapevolezza piena dei vertici del Gruppo Eternit circa la cancerogenicit√† di quel materiale.
La pena richiesta dal P.M. Guariniello √® stata di 20 anni di reclusione per entrambi gli imputati per l’intensit√† del dolo da loro dimostrata.
Sono, ora, in corso gli interventi dei difensori di parte civile, che si protrarranno per il mese di luglio.
I Giuristi Democratici salutano con soddisfazione la celebrazione di processi, come questo, che, oltre a dare giustizia alle vittime, costituiscono un sicuro stimolo per i datori di lavoro per l’adozione di tutte le misure di sicurezza sui posti di lavoro, a tutela della salute dei lavoratori (e dei cittadini), secondo le migliori tecniche disponibili.
Torino, 7 luglio 2011

Associazione Nazionale Giuristi Democratici