MANAGE
CERCA
Altro in Comunicati
I Giuristi democratici aderiscono alla manifestazione nazionale di sabato 26 marzo a Roma
I Giuristi democratici condannano la repressione delle manifestazioni democratiche di massa in Libia e chiedono che cessi ogni assistenza e cooperazione militare italiana al regime di Gheddafi
Dalle recenti vicende relative al Presidente del Consiglio deriva un pericoloso deterioramento del nostro Stato di diritto
Tunisia: è necessario sostenere il processo democratico
I Giuristi Democratici aderiscono all'appello "Uniti ce la possiamo fare", lanciato dalla Fiom CGIL in vista dello sciopero generale proclamato per il 28 gennaio.
I Giuristi Democratici esprimono rispetto e solidarietà con gli operai FIAT di Mirafiori
Sull'ammissibilità del referendum per l'acqua pubblica: è necessario assicurare il diritto dei cittadini ad esprimersi sulla gestione dell'acqua
Manifestazioni degli studenti: garantire la libera espressione del pensiero contro la deriva autoritaria del governo
I Giuristi Democratici ricordano con affetto Aldo Natoli
No alla consegna a Madrid dei tre giovani baschi reclusi in Italia
L'Associazione Nazionale Giuristi Democratici aderisce alla manifestazione nazionale della FIOM CGIL
Ingiustificato l'attacco dell'UCPI allo sciopero indetto dall'ANM per il 1 luglio
Scuola Diaz di Genova: soddisfazione per l'esito della sentenza della Corte d'Appello di Genova
Per la giustizia e per i diritti di chi ci lavora - manifestazione
Il decreto legge elettorale: una ferita alla Costituzione
 23 pagine  (337 risultati)
Sostegno al dr. Zucca
Redazione 9 giugno 2015 10:44

L'Associazione Nazionale Giuristi Democratici preso atto della richiesta di apertura di procedimento disciplinare avanzata dal Capo della Polizia, Dott. Pansa, d'intesa con il Ministro dell'Interno Alfano, al Ministro della Giustizia Orlando, in relazione alle dichiarazioni rese dal Sost. Proc. Gen. presso la Corte d'Appello di Genova, Dott. Enrico Zucca in occasione di una manifestazione pubblica indetta da "Repubblica" sui fatti di Genova 2001, esprime al Dott. Zucca la più sentita solidarietà per le sue dichiarazioni, che rappresentano, del resto, la prosecuzione delle posizioni da lui tenute in tutti questi anni su quei tragici fatti ed espresse coraggiosamente in numerosi interventi pubblici.
Sostenere che le parole del Dott. Zucca risultino “inutili, dannose e offensive dell’immagine della Polizia di Stato” significa dimenticare la sentenza della CEDU che ha duramente stigmatizzato il comportamento delle Forze dell'Ordine in occasione dell'intervento presso la Scuola Diaz ed ha condannato l'Italia, oltre che per le violenze ingiustificabili verificatesi in quell'occasione, anche per non aver introdotto nell'ordinamento il reato di tortura, segno evidente del valore attribuito dalla CEDU a quelle violenze.

Torino-Padova- Bologna-Roma-Napoli 9 giugno 2015.
ASSOCIAZIONE NAZIONALE GIURISTI DEMOCRATICI