MANAGE
CERCA
Italia e UE non alimentino il conflitto russo-ucraino e i nazionalismi, ma insistano per il dialogo. Massima solidarietà all'Anpi
Redazione 1 marzo 2022 11:34
Comunicato stampa

L'Associazione Nazionale Giuristi Democratici esprime la massima solidarietà all'Anpi e al suo presidente Gianfranco Pagliarulo, oggetto di un linciaggio mediatico indecoroso operato da chi ha scelto di stigmatizzare ogni invito al dialogo e alla cessazione delle ostilità che scongiuri l'estensione del conflitto già in atto.

Dobbiamo purtroppo rilevare che la scelta pacifista ‚ÄĒche la nostra Associazione, come l'Anpi, ha compiuto in coerenza con la propria storia‚ÄĒ √® sempre pi√Ļ esposta alla malafede di alcuni politici e commentatori i quali, arruolati da tempo a promotori delle alleanze militari, tacciano come nemici della democrazia e della libert√† i difensori delle opzioni di risoluzione pacifica dei conflitti e di superamento dei contrapposti nazionalismi.

La condanna netta dell'invasione dell'Ucraina da parte dell'esercito russo non è per noi in discussione; ma ciò non può portare singoli Paesi europei, o l'Ue, a schierarsi nel conflitto alimentando la sua estensione e la corsa agli armamenti. Ciò significherebbe abiurare la causa della pace in Europa, determinando la vittoria delle politiche di aggressione fra opposte strategie imperialiste, sia della Nato che della Russia. Purtroppo si inserisce in questa pericolosa deriva la determinazione del Presidente del consiglio di inviare a Kiev un sostegno in armi, oltre ai 4.000 soldati già pronti a intervenire al confine. Riteniamo che lavorare per la pace significhi qui promuovere, come Unione Europea e come Paese, la neutralità dell'Ucraina, favorendo i dialoghi fra le parti in conflitto.

 

1o marzo 2022

ASSOCIAZIONE NAZIONALE GIURISTI DEMOCRATICI