MANAGE
CERCA
Altro in Internazionali
Gravi e ingiustificati gli attacchi alla relatrice speciale ONU sui Territori palestinesi occupati: si dimetta il presidente della Commissione affari esteri della Camera, on. Fassino
#FreeJulianAssangeNOW
Palermo, 17-18 giugno: Giornata internazionale del giusto processo (International Fair Trial Day) con focus sull'Egitto e cerimonia di consegna del primo premio Ebru Timtik (Ebru Timtik Award Ceremony)
Turchia: libertĂ  per gli imputati del processo Gezi!
A Palermo, il 17 e 18 giugno, l'International Fair Trial Day e il premio Ebru Timtik
HDP STATEMENT - NO ALLA MESSA FUORI LEGGE DELL'HDP (Partito democratico dei popoli - Turchia)
Delegazione internazionale di pace a İmrali: Accrescere la pressione internazionale per il rilascio del leader curdo Abdullah Öcalan
Videointervista doppia all'avvocato Ibrahim Bilmez, nel collegio difensivo di Öcalan, sulla situazione del leader curdo e sul processo agli avvocati dell'associazione ÇHD
Revoca immediata del Memorandum Italia-Libia: l'appello della societĂ  civile al Governo e a UNHCR e OIM
Mer. 26.1.'22, ore 18, incontro online: I DIRITTI NEGATI IN COLOMBIA
Un depliant interattivo a sostegno dei difensori dei diritti umani in Turchia
I G.D. si uniscono a oltre 100 organizzazioni europee per chiedere all'UE di intervenire immediatamente a favore delle ONG palestinesi dichiarate "terroristiche" da Israele
Lun. 27.9.'21, ore 14, videoconferenza: Diritti umani nei territori palestinesi occupati - Vivere nella paura: abusi e intimidazioni quotidiane nelle colline a Sud di Hebron
Comunicato congiunto – International Fair Trial Day – 14 giugno 2021
La questione israeliana. Nota di Micòl Savia
 10 pagine  (136 risultati)
I G.D. aderiscono alle iniziative “Brasile/Italia/Europa – Resistenze, diritti, democrazia” di Napoli (13.12.'18) e Roma (14.12.'18)
Redazione 7 dicembre 2018 16:21

Tutte e tutti noi seguiamo con apprensione gli avvenimenti politici che stanno investendo il Brasile, dove è stato eletto alla presidenza del paese Jair Bolsonaro, candidato della destra estrema, dichiaratamente omofobo, razzista, antiabortista, ostile ai diritti delle minoranze, delle donne, delle persone LGBTQ e che rifiuta l’idea stessa di cambiamento climatico e protezione ambientale. Conservatore e populista reazionario, Bolsonaro si appresta a guidare il paese più grande del Sud America ispirandosi a Trump, sognando una internazionale mondiale di destra che arrivi fino a Salvini, passando per Orban e Kurtz.

A difendere una opposta visione politica fatta di diritti ed uguaglianza per tutte e tutti, di redistribuzione del reddito e di emancipazione dal bisogno e dalla povertà, di cultura e inclusione, si pone la sinistra brasiliana tutta, la quale, nonostante l’esclusione di Lula dalla competizione elettorale, ha raccolto più di 47.000.000 di voti a favore del binomio presidenziale formato da Fernando Haddad (candidato presidente) e Manuela D’Avila (candidata vicepresidente).

Proprio Manuela D’Avila sarà in Italia per due importanti iniziative pubbliche i prossimi 13 e 14 dicembre, invitata dal Gruppo della Sinistra unita e della Sinistra verde nordica al Parlamento Europeo GUE-NGL insieme al Partito della Rifondazione Comunista-Sinistra Europea, Comitato Lula Livre e Casa Internazionale delle Donne. Discuteremo con lei dell’impatto geopolitico dell’elezione di Bolsonaro, nonché dell’organizzazione della necessaria opposizione per la difesa dei diritti umani, dello Stato di diritto e della democrazia:

  • il 13 dicembre a Napoli, al Palazzo della CittĂ  Metropolitana, dalle ore 17,30

Ad accompagnare la riflessione di Manuela d’Avila ci saranno, tra gli altri, padre Alex Zanotelli, l’eurodeputata della Sinistra Europea Eleonora Forenza e l’avv. Elena Coccia, consigliera delegata alla Cura del Patrimonio e Beni Comuni della Città Metropolitana di Napoli nonché giurista democratica;

  • il 14 dicembre a Roma, alla Casa Internazionale delle Donne, dalle ore 18

Discuteranno insieme a Manuela, tra gli altri, l’eurodeputata Eleonora Forenza e il giurista Prof. Luigi Ferrajoli, certamente la voce più autorevole e competente sulla questione della manovra giudiziaria ai danni del candidato presidenziale Lula, la cui attuazione ha spianato la strada all’elezione di Bolsonaro.

I Giuristi Democratici parteciperanno a entrambe le iniziative, augurandosi la massima diffusione degli eventi e una consistente partecipazione al dibattito.

 

7 dicembre 2018

ASSOCIAZIONE NAZIONALE GIURISTI DEMOCRATICI