MANAGE
CERCA
I Giuristi Democratici di Roma per la sospensione del procedimento disciplinare a carico dei tre lavoratori del Policlinico Umberto I
Redazione 26 marzo 2018 16:41
Pubblichiamo il comunicato stampa dei Gd di Roma su un nuovo caso di compressione della libertà di espressione dei lavoratori

√ą stata aperta dal Policlinico Umberto I di Roma una procedura disciplinare contro tre operatori del Pronto soccorso. Li si accusa di aver rilasciato un'intervista dal contenuto ¬ęgravemente diffamatorio¬Ľ avendo essi dichiarato che ¬ęanche la parte pubblica che rimane all‚Äôazienda √® sempre pi√Ļ infarcita di privato, perch√© i servizi sono tutti appaltati, la cooperativa, la mensa, il servizio antincendio, la sterilizzazione‚Ķ ormai il pubblico √® utilizzato come un passaggio del ciclo privato¬Ľ. Ci√≤ che davvero sbalordisce √® che ‚ÄĒesattamente come sta avvenendo per il Giudice genovese Zucca‚ÄĒ i lavoratori non vengono accusati n√© di aver usato un linguaggio ingiurioso e neppure di aver dichiarato il falso.

Dunque, se ci√≤ che √® stato detto √® vero, e tutti sanno che lo √®, a essere ¬ęparticolarmente offensive¬Ľ non sono le parole dei lavoratori, ma eventualmente le scelte di smantellamento della sanit√† pubblica assunte a livello nazionale e regionale. Conseguentemente, l'accusa, con minaccia di sanzione disciplinare, rivolta ai tre lavoratori altro non √® che di aver parlato, aver rotto cio√® il muro dell'omert√†. Va allora ricordato che il diritto di esprimere liberamente le proprie idee √® stato definito dalla Corte Costituzionale ¬ępietra angolare dell'ordine democratico¬Ľ (con sentenza 17 aprile 1969, n. 84), prevedendo la nostra Carta all'art. 21 che ¬ętutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione¬Ľ. Ed √® principio ribadito dall'art. 1 dello Statuto dei lavoratori, ove si afferma che ¬ęi lavoratori, senza distinzione di opinioni politiche, sindacali e di fede religiosa, hanno diritto, nei luoghi dove prestano la loro opera, di manifestare liberamente il proprio pensiero, nel rispetto dei principi della Costituzione¬Ľ.

Va allora detto che i tre lavoratori del Policlinico non solo hanno parlato "nel" rispetto dei principi della Costituzione ma "per" il rispetto di tali principi, violati dal decisore pubblico. I Giuristi Democratici di Roma chiedono perci√≤ all'Azienda Policlinico e al Presidente della Regione Lazio Zingaretti di sospendere immediatamente la procedura disciplinare e di avviare ‚ÄĒladdove davvero ritengano diffamatoria la diffusione delle notizie in ordine alla sempre maggiore privatizzazione della sanit√† pubblica regionale‚ÄĒ un'approfondita revisione delle politiche sin qui seguite, da attuarsi in base ai principi di universalit√† della cura, buon andamento della pubblica amministrazione e rispetto dei diritti dei lavoratori pubblici e privati consacrati nella Costituzione repubblicana.

 

Roma, 23 marzo 2018

                                             ASSOCIAZIONE GIURISTI DEMOCRATICI DI ROMA